Il teatro comunale fu realizzato attorno al 1780 per volere dei cittadini pennesi, trasformando la sala delle pubbliche adunanze, al piano terra del Palazzo dei Priori. Collocato lungo il corso principale, proprio a ridosso dell'antica piazza Pretoria nel Terziere di Santa Croce, contribuì a confermare una polarità urbana in declino; infatti la costruzione dell'edificio comunale di fronte alla chiesa plebana aveva ridefinito con la piazza il perno degl'interventi architettonici e la sistemazione degli edifici nel contesto.